Le donne inglesi chiedono di vietare gli spot della chirurgia plastica, intanto qua da noi escono i dati di una ricerca: la liposuzione è il secondo intervento più richiesto.

TweetCome successo per le sigarette, per l’alcol e per gli additivi presenti nei cibi, non vedo perché la chirurgia plastica non debba essere etichettata come qualcosa che “nuoce gravemente alla salute”. Chiedetelo alle donne che si sono viste impiantare una protesi cancerogena, per esempio. Ma soprattutto chiedetelo a quelle che per tutta la vita rincorrono l’eterna giovinezza e la perfezione nelle mani di un chirurgo estetico. Di questo avviso sono alcune attiviste inglesi, che invece paragonano la pubblicità della chirurgia Continue Reading ››

La chirurgia plastica del seno compie 50 anni e festeggia il compleanno con un maxi scandalo che coinvolge un’azienda di protesi cancerogene – Ma perchè le donne si rifanno?

TweetLa prima donna al mondo a sottoporsi ad una mastoplastica è stata Timmie Jean Lindsey, un’operaia trentenne del Texas desiderosa di aumentare il suo seno, da una coppa B a una coppa C. Era la primavera del 1962 e la notizia fece non poco scalpore. A cinquantanni di distanza dalla prima operazione, sono migliaia le donne e ragazze che quotidianamente ricorrono alla chirurgia estetica, tanto che, il recente scandalo delle protesi mammarie difettose prodotte dall’azienda francese PIP, ptrebbe coinvolgere tra Continue Reading ››